Il Palazzo Vescovile

Il Palazzo Vescovile

Il Palazzo Vescovile

Descrizione

Costruito nel 1608 da Mons. Rao Grimaldi (35° Prelato), il quale acquistata la "casa grande" semidiruta sita in Piazza Maggiore (Piazza Duomo), a fianco della "Casa della Città" (Municipio), per onze 300 (£. 3825) affida l’esecuzione dei lavori al maestro Vincenzo Ferriato da Novara di Sicilia ( suo è anche il progetto della Cattedrale). Quando l’edificio fu terminato Mons. Rao, con atto dell’otto Novembre 1613 ne fece donazione al Re come abitazione dei Prelati successori. Il Palazzo riuscì bello ed elegante, splendidamente costruito con vive pietre scolpite e con annesso un grazioso giardinetto. Nel prospetto, bel portale bugnato che termina con due pilastri sopra i quali sono scolpite le armi gentilizie di Mons. Rao. Subì danni ingenti in seguito al terremoto del 5-7 febbraio 1783. Negli anni '20 Mons. Ballo (58° Prelato), lo rese assai decoroso con pavimenti di marmo policromo e damaschi alle pareti. Abbellì la Cappella con un artistico altare del 1757 su cui troneggia una statuetta marmorea della "Madonna di Trapani". Le numerose opere d’arte che si trovano nei vari saloni fanno parte del Museo diocesano della Prelatura alla cui realizzazione ha profuso tante energie Mons. Raffaele Insana, Vicario Foraneo e parroco della Cattedrale.

Ultimo aggiornamento: 19-01-2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri